fbpx
In evidenza | Interviste

IL CARTOON INCLUSIVO DI LAMPADINO E CARAMELLA

9 Giu - 2021

Un cartone animato realmente inclusivo, anche per bambini sordi, ciechi, ipovedenti, o autistici, spiegato dal suo produttore televisivo Raffaele Bortone, di Animundi, in un’intervista esclusiva rilasciata per Licensing Magazine

Raffaele, raccontaci come è nato questo progetto televisivo innovativo

Ci siamo fatti una semplice domanda: siamo certi che TUTTI i bambini possono divertirsi con un cartoon? La risposta è no. Perché bambini sordi, ciechi/ipovedenti o autistici non sono messi nella condizione di apprendere e condividere questa forma di intrattenimento, di gioia e di fantasia con gli altri. E questo ci ha fatto riflettere molto su quanto fosse invece molto importante partire da un cartone per attivare quel bisogno, oserei dire quella necessità, di inclusività e accessibilità che possono contribuire ad abbattere forme di pregiudizio e di isolamento anche tra i bambini. Nasce così l’idea, a seguito dell’incontro con la casa editrice PUNTIDIVISTA specializzata nella realizzazione di testi per bambini con difficoltà di apprendimento, di creare un prodotto audiovisivo, un cartone, adatto realmente e per la prima volta a tutti i bambini, inclusi quelli con difficoltà sensoriali. È stato necessario creare una metodologia di lavoro del tutto nuova, che abbiamo chiamato CARTOON ABLE, che prevedesse tutta una serie di assist che pensassero specificatamente a rendere fruibile il prodotto anche da chi affetto da deficit della vista, dell’udito o con disturbi dello spettro autistico. Un prodotto che però contenesse anche elementi di originalità e utilità che lo rendessero gradito anche ai cosiddetti normodotati, insomma un cartone adatto a tutti…in tutti i “SENSI”.

Cosa vuol dire che Lampadino e Caramella sono un cartoon innovativo e accessibile per tutti i sensi? 

L’innovazione sta proprio nell’accessibilità e nell’inclusività presenti in un cartoon per la prima volta. In questo modo i bambini possono interagire, empatizzare senza che alcuni di loro si sentano esclusi da un confronto dove si racconta dei loro beniamini e delle loro avventure, sentendosi così tutti partecipi e potendo recepire i contenuti grazie anche, per esempio, ad altre forme di linguaggio che i bambini possono imparare a riconoscere e sapere che esistono. Penso alla lingua dei segni, che proprio in questi giorni, in Italia, ha raggiunto un traguardo storico con il riconoscimento ufficiale da parte del nostro parlamento come lingua attiva nella nostra nazione. Noi abbiamo pensato di inserire nel cartone dei balloon, in stile fumettistico, dove attori sordi, truccati come i personaggi di riferimento, traducono in LIS (Lingua dei Segni Italiana) i dialoghi dei protagonisti che altrimenti sarebbero recepiti solo dai bambini udenti. Questo perché i bambini sordi non ancora scolarizzati e che utilizzano la LIS come unica forma di comunicazione, non avrebbero potuto leggere i sottotitoli, che abbiamo comunque inserito e lavorato con una apposita sintassi per agevolarne la lettura a chi invece sa già leggere e non conosce la lingua dei segni. L’aggiunta poi di una voce narrante, unita a commenti musicali e rumori, che contestualizzano le azioni e i luoghi in cui esse avvengono e una armonizzazione delle immagini con forme, colori e numero di elementi non disturbanti, aiutano la comprensione del cartone ai bambini ciechi e autistici.

E quali sono i suoi valori aggiunti che lo rendono unico?

Prima di tutto è un prodotto non per molti ma veramente per tutti. E questo gli attribuisce un elevato valore sociale e morale. Non a caso è stato insignito del premio UNICEF durante l’ultimo Cartoons on the Bay come appunto miglior prodotto sociale. Un altro importante elemento è quello di aver portato migliaia di famiglie a pensare che prima esisteva un clima di inconsapevole disuguaglianza. L’accoglienza da questo punto di vista è stato straordinaria. La pagina Facebook ufficiale di Lampadino e Caramella raccoglie decine e decine di testimonianze e plauso per l’iniziativa sia da parte di famiglie cosiddette normali che da quelle che prima di questo cartone sentivano il loro nucleo vittima di discriminazione e disuguaglianza. Una disuguaglianza che coinvolgeva i loro bambini, che diventeranno, ricordiamolo, le donne e gli uomini di domani. Vivere una emarginazione perché nessuno ha pensato alla gioia e al divertimento di chi purtroppo è meno fortunato, determina una società più afflitta per chi subisce la privazione e meno sensibile da parte di coloro che non sono stati messi nella condizione di percepire il problema. Lavoriamo a questo progetto per rendere, con il nostro piccolo contributo, la nostra società e quella futura più attenta e sensibile all’accoglienza del diverso da noi stessi.

Come è stato costruito e realizzato e con quali partner?

La serie televisiva si basa sull’apporto creativo e produttivo da parte della nostra Società ANIMUNDI e la partecipazione di RAI RAGAZZI e del Ministero dei Beni Culturali. L’ideazione e i primi filmati per testare la validità del metodo CARTOON-ABLE, con la codifica delle sue procedure di lavoro, sono passati attraverso il traguardo del crowdfunding sulla piattaforma TELECOM “With You We Do” che ha selezionato il progetto. In questo modo abbiamo sottoposto da subito ad un giudizio popolare l’idea, proprio per testare se ne veniva percepita la reale esigenza e ricevendone un riscontro incredibile che ha portato, in quella occasione, alla partecipazione diretta della stessa TELECOM ITALIA e strutture come la Banca di Credito Cooperativo di Roma. In termini di produzione, avendo la serie come caratteristica quella di rivolgersi anche a bambini con deficit sensoriali, abbiamo avuto un incessante interscambio con strutture e operatori negli specifici ambiti legati alle diverse disabilità. In questo abbiamo avuto come hub di raccordo tra le varie realtà le responsabili di PUNTIDIVISTA che hanno filtrato e mediato le informazioni. Altro importante contribuito è arrivato dalla società EYES MADE che si è occupata della gestione degli attori sordi e della mediazione linguistica legata alla lingua dei segni. Tutto questo ha fatto sì che il prodotto sia stato anche considerato in termini terapeutici all’ìnterno di un protocollo sperimentale di ricerca da parte del reparto di oculistica pediatrica dell’Ospedale NIGUARDA di Milano per la cura dei bambini ambliopi. Insomma un progetto che oltre alle sue naturali ricadute sociali estende, per così dire, i suoi “benefici” anche in ambito medico, sempre in aiuto dei bambini. E di questo siamo orgogliosi e felicissimi.

Dove e quando lo hai lanciato e con quali primi risultati?

La pandemia che stiamo vivendo è stata nelle sue prime drammatiche fasi, e ancora adesso, un momento di grande paura e incertezza. Tutti ne stiamo pagando le conseguenze e i più deboli, tra i quali i bambini, subiscono quelle maggiori. Per questo, nel periodo del primo lock-down di Marzo dello scorso anno, RAI RAGAZZI,  grazie al suo direttore Luca Milano, ha deciso di anticipare la messa in onda della prima stagione di Lampadino e Caramella il 29 marzo 2020 in prima visione assoluta su RAI YOYO proprio per consentire per la prima volta a tutti i bambini, nessuno escluso, di fruire liberamente di un prodotto capace di unire e creare un momento di inclusività e condivisione, consentendo alle famiglie riunite dalla pandemia un momento di riflessione, anche grazie a un cartone. La serie è tutt’ora in onda, in maniera continuativa da oltre un anno, su RAI YOYO con diversi appuntamenti giornalieri. Il consenso del pubblico è andato oltre ogni rosea aspettativa – finora con oltre 200 milioni di spettatori complessivi – e, stando ai dati ufficiali Auditel, continua a risultare in molti casi il programma più visto tra tutti i canali tematici nazionali per ragazzi. È contemporaneamente presente anche su RAI PLAY, sull’app gratuita RAI PLAY YOYO e sulla piattaforma on-demad TIMVISION di Telecom Italia. Recentemente è anche approdata sul canale radio RAI RADIO KIDS, proprio per le sue caratteristiche adatte anche ad essere ascoltate e risultando anche qui il programma più seguito. Tutto questo ha aperto la strada per iniziare a discutere possibili collaborazioni con potenziali licenziatari, con alcuni dei quali abbiamo già chiuso degli accordi, ma con una visione dei prodotti in linea con le caratteristiche uniche del cartone. Non dimentichiamo a quali numeri si rivolgerebbero tali prodotti oltre a quello che è il normale mercato di riferimento nel nostro Paese: in Italia 1 bambino su 160 ha un disturbo autistico, 1 milione di persone è ipovedente e quasi 400.000 sono cieche mentre il 5% della popolazione scolastica ha problemi di udito come sordità e ipoacusia. Non dimenticando i nuclei familiari dove queste disabilità vengono vissute. Un modo diverso di fare business, con una particolare attenzione all’etica e al sociale e con l’obiettivo della sostenibilità e dell’accessibilità di cui Lampadino e Caramella sono alfieri.

Prossimi sviluppi televisivi e non solo per questa property?

Ai 20 episodi della prima serie si aggiungeranno ulteriori 20 puntate della seconda stagione che sono in avanzata fase di produzione e saranno disponibili entro la fine del 2021. Tra le novità di questa nuova serie, la presenza di circa 30 nuovi talent voice che hanno aderito entusiasticamente al progetto anche a seguito del successo della prima stagione, che ha reso di dominio pubblico le sue finalità inclusive e dove voglio ricordare hanno partecipato spontaneamente, tra gli altri, personaggi come GIOVANNI ALLEVI e GUILLERMO MARIOTTO. Anche in questa nuova stagione ci sono importanti personalità che vanno dal mondo dello spettacolo, all’imprenditoria, dal giornalismo alla musica e che sveleremo a breve. Prestano la propria voce a personaggi che, in molti casi, gli assomigliano o in qualche modo fanno anche il loro mestiere. Sarà un modo divertente di fondere la realtà con la fantasia del MagiRegno. Tra i prossimi obiettivi ci sarà quello di strutturare ulteriormente la property attraverso una terza stagione ed una sua maggiore internazionalizzazione con la creazione di versioni adatte anche ai mercati stranieri, oltre alla realizzazione di uno special televisivo. A questo si affiancheranno una serie di iniziative già in atto, tra cui i laboratori sensoriali che tanto hanno avuto successo durante la pandemia oltre alla partecipazione a manifestazioni ed eventi con spettacoli e mascotte in continuità con quanto iniziato in epoca pre-COVID. La comunicazione sarà particolarmente curata e rafforzata e rappresenta un plus e un must di questa property, risultando ad oggi la serie a cartoni più attenzionata dai media nella storia delle serie in animazione nazionali. Questo si concretizzerà anche grazie alla collaborazione con un importante partner strategico che sarà il link tra il nostro brand e tutte quelle aziende che lo considereranno compatibile con il posizionamento del loro marchio e dei loro prodotti attuali e/o da realizzare con tutti i benefici che le aziende potranno trarne nel rispetto dei propositi e degli obiettivi propri del nostro cartoon: inclusività, sostenibilità e accessibilità per tutti i bambini. Proviamo tutti insieme a far diventare il nostro mondo un posto migliore, perché il MagiRegno dove vanno Lampadino e Caramella è il posto più bello che c’è…ma anche il posto più bello per ognuno di noi!

Iscriviti alla nostra newsletter


Leggi il nostro ultimo numero


Richiedi_Ora_Abbonamento


L’ESTATE SI TINGE DI ROSA CON BARBIE E VERALAB
L’ESTATE SI TINGE DI ROSA CON BARBIE E VERALAB

L’estate si tinge di rosa con Barbie e Veralab: è arrivata Veralab loves Barbie la collezione di solari eco-friendly per celebrare i 50 anni di Barbie Malibu, donna sicura di sé e amante dell’ambiente! Atmosfere da westcoast americana e attenzione per l’ambiente sono...

leggi tutto
I GIOCHI BABY SHARK ARRIVANO SU AMAZON
I GIOCHI BABY SHARK ARRIVANO SU AMAZON

Pre-ordina online i giochi di Baby Shark! durante l'Amazon Prime Day Questo lancio esclusivo include: Un aggiornamento dei Song Cubes più venduti che suonano il grande spettacolo di Baby Shark!, con nuovi coloratissimi personaggi da spremere, impilare e collezionare!...

leggi tutto