fbpx
Entertainment

LO SPECCHIO DI LORENZO, IL CORTO CHE SA PARLARE DI AUTISMO

8 Apr - 2021

Il corto animato diretto da una giovane regista sul tema dell’autismo con Elio interprete del brano “Heroes” di Bowie-Eno, in onda su RaiPlay, dopo il lancio su RaiYoyo lo scorso 2 aprile, in occasione della Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo

Sulla scia della recente messa in onda di Pablo, serie animata inglese molto apprezzata dal pubblico, su un bambino autistico e con una grande passione per il disegno, Rai Yoyo ha presentato lo scorso 2 aprile, Lo specchio di Lorenzo, della giovane regista Angela Conigliaro.

Un cortometraggio animato tutto italiano per Rai Ragazzi prodotto dalla società milanese beQ entertainment con il supporto della Fondazione Sardegna Film Commission e del progetto COOP autism friendly di Coop Lombardia, in onda per la XIII Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo, istituita nel 2007 dall’Assemblea Generale dell’ONU per richiamare l’attenzione sui diritti delle persone con sindrome dello spettro autistico e delle loro famiglie. 

Angela Conigliaro è una regista emergente prima classificata al recente concorso “Animiamoci 2020” rivolto ai giovani autori di cartoni animati per la realizzazione di brevi storie sul tema delle emozioni, indetto da Videocittà, Anica Servizi e Rai Ragazzi. Un talento creativo apprezzato anche all’estero dove la regista è già impegnata nello sviluppo del suo primo lungometraggio in animazione con Nørlum, società danese co-produttrice di film come “La canzone del mare”, miglior film europeo di animazione e candidato agli Oscar.

Grazie all’animazione possiamo entrare nel mondo di Lorenzo, il bambino di 7 anni protagonista della storia, e vedere e sentire quello che vede e sente lui. Seguendo Lorenzo, attraverso squarci di poesia animata, possiamo capire e immedesimarci. 

Avvalendosi delle illustrazioni dalla forte impronta onirica di Sarah Khoury, autrice italo-francese di una serie di libri per bambini di successo che firma la direzione artistica del film, e utilizzando il colore per evidenziare le emozioni di Lorenzo, in un’alternanza tra soggettiva e visione esterna, la regista dà modo al pubblico di immergersi nel mondo emotivo del bambino.

Lorenzo osserva la realtà attraverso il suo filtro personale. Riesce a “pensare per immagini”, trasformando quello che lo spaventa in qualcosa di rassicurante e tollerabile.
 Ed è alternando mondo immaginario e realtà che la regista riesce a raccontare le due facce dello spettro autistico: di chi lo vive da dentro e chi lo affronta dal di fuori.


Nel mondo del protagonista, fatto di volpi bianche, foreste rosa e levrieri minacciosi niente è come appare realmente. Fino a quando questo mondo non sarà squarciato da qualcosa di nuovo, un piccolo specchio, attraverso il quale Lorenzo vede sé stesso e chi lo circonda, intravedendo forse una possibilità di comunicare attraverso il suo riflesso, grazie all’aiuto dell’amica Sofia e del fratello “supereroe” Michele. Lo specchio perduto da Sofia diventa così la chiave per quel mondo segreto che si apre al mondo esterno e permette agli altri di vedere dentro di lui.

Il film, della durata di 13 minuti, realizzato con la consulenza scientifica di Vera Stoppioni, neuropsichiatra, e Chiara Tamburini, psicoterapeuta, del Centro Autismo Età Evolutiva della Regione Marche, è impreziosito dalla presenza di “Heroes”, una delle composizioni più celebri di David Bowie e Brian Eno, interpretata da Elio. Oltre ad essere la canzone “mantra” del protagonista, il brano è rappresentativo della sua visione del fratello maggiore, inizialmente il suo unico “ponte” con il mondo esterno e quindi il suo eroe. Le musiche sono state scritte da Rocco Tanica e Diego Maggi.

«Ho aderito al progetto – ha spiegato Elioperché la qualità è alta e perché l’autismo è ancora sconosciuto alla stragrande maggioranza delle persone. È importante che tutti conoscano la gravità e le dimensioni del problema, che si può affrontare efficacemente solo con l’aiuto di tutti».

«Sono profondamente orgoglioso di aver realizzato questo progetto, che mi sta particolarmente a cuore. Dare voce ai bambini autistici e renderli protagonisti di una forma narrativa come il cinema d’animazione è per me un onore e un’esperienza indimenticabile», dichiara Cristian Jezdic, fondatore e direttore della beQ entertainment e vice-presidente di Cartoon Italia, che ha coinvolto nella realizzazione del film alcuni giovani animatori di “NAS Nuova Animazione in Sardegna“, il laboratorio di produzione e di alta formazione professionale made in Sardegna che da Cagliari coinvolgerà tutta l’isola, condotta dalla Fondazione Sardegna Film Commission della regione Autonoma della Sardegna.

«Il coinvolgimento dei giovani talenti isolani dell’illustrazione e dell’animazione in questo progetto è fortemente sostenuto dalla Regione Sardegna – precisa l’Assessore Andrea Biancareddu alla guida dell’assessorato regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport – confermando la volontà di investire nello sviluppo della filiera audiovisiva e della produzione creativa, capace di valorizzare opere e talenti sardi ma anche con l’obiettivo qui perfettamente raggiunto di costruire modelli inclusivi e format educational e sociali più innovativi per il mondo della scuola e le più giovani generazioni».

 

Il libro omonimo con le splendide illustrazioni tratte dal cortometraggio sarà in tutte le librerie dal 7 settembre, pubblicato da Il Battello a Vapore (Piemme) la cui proposta editoriale è da sempre punto di riferimento per genitori e insegnanti, grazie a libri di qualità, scritti dai più importanti autori per ragazzi. La stesura della storia sarà a cura di Gabriele Clima, scrittore vincitore del prestigioso premio Andersen, illustratore e formatore che si occupa in particolare di tematiche sociali quali il disagio, la diversità, l’integrazione, il razzismo, la discriminazione. Dagli illustrati per la prima infanzia alla narrativa per giovani adulti, Clima ha pubblicato moltissimi libri per diverse fasce d’età. I suoi libri sono tradotti in diciotto paesi del mondo. 

Iscriviti alla nostra newsletter


Leggi il nostro ultimo numero


Richiedi_Ora_Abbonamento


LA SERIE TV FIXIES PER H&M
LA SERIE TV FIXIES PER H&M

H&M ha annunciato il lancio della collaborazione con la popolare serie animata russa "The Fixies" di Riki Group. La collezione sostenibile con gli amati personaggi sarà disponibile nei negozi H&M in Russia, Bielorussia e Kazakistan, oltre che sul sito...

leggi tutto