BCBF PRESENTA “A UNIVERSE OF STORIES STARRING: THE BOOK”

La mostra virtuale ‘visitabile’ a partire dal 23 aprile, in contemporanea all’annuncio del programma di attività online della fiera al via a partire dal 4 maggio.

Nella perfetta occasione della Giornata Mondiale del Libro e del Copyright, il prossimo 23 aprile, Bologna Children’s Book Fair – la fiera leader mondiale nel settore dell’editoria per ragazzi organizzata da BolognaFiere – annuncia il ricco programma di eventi virtuali che saranno al centro della speciale edizione online della fiera, che prenderà il via il prossimo 4 maggio con una serie di attività che si protrarranno fino alla fine dell’anno.

Per inaugurare un’edizione che più che mai incarna la voglia e la capacità di rinnovarsi di una fiera che festeggia quest’anno il suo 57esimo anniversario, il 23 aprile la nuova piattaforma BCBF andrà online con una speciale mostra curata da Accademia Drosselmeier in collaborazione con ALIR-Associazione delle Librerie Indipendenti per Ragazzi e costruita attorno al ‘meta-tema’ del libro e della lettura: A UNIVERSE OF STORIES – Starring: The Book. Numerosi editori hanno inoltre voluto offrire ai visitatori l’opportunità di vedere e leggere gratuitamente per intero i loro titoli esposti nella mostra; i link alle opere complete sono disponibili nelle pagine dell’esposizione.

In anni recenti, infatti, l’editoria per ragazzi a livello internazionale sempre più ha visto fiorire una copiosa produzione di picture book aventi per protagonista l’oggetto libro: scelta tanto più significativa se si considera l’albo illustrato come il primo piolo della scala che i piccoli lettori saliranno per diventare, infine, i futuri lettori cosiddetti ‘forti’. Ma, oltre al libro e alla lettura, i titoli selezionati per la mostra pagano un tributo anche agli artefici di questo mondo, eleggendoli a protagonisti delle proprie storie: tra questi, grandi scrittori e illustratori, ma anche storiche figure di editor e di editori, librai, fondatori di biblioteche, attivisti che si sono adoperati per la promozione della lettura.

120 i titoli che saranno esposti in cinque ‘stanze virtuali’ suddivise per aree tematiche (librerie, biblioteche, scrittori, libro e lettura, artisti che hanno dedicato al tema una particolare attenzione) e che, attraverso le loro pagine, ambiscono a fare della lettura un gesto familiare, naturale: opere non didascaliche, dunque, ma di vero e proprio impianto narrativo che giocano su più piani mirando a informare, procurare divertimento e suscitare sorpresa e meraviglia nei loro piccoli lettori.

Ma a essere annunciato è anche il ricco programma di appuntamenti e iniziative che andrà online a partire dal prossimo 4 maggio, come parte della già anticipata nuova ‘veste digitale’ di Bologna Children’s Book Fair (BCBF). A fronte dell’attuale emergenza sanitaria, infatti, la fiera non ha rinunciato a portare il proprio business, la propria atmosfera, i propri contenuti e le proprie opportunità a tutti i professionisti del settore, intraprendendo un importante percorso di ‘trasferimento’ online. Un cambiamento dovuto, ma che non manca di tradursi in un’opportunità di divulgazione unica e mai resa possibile prima: Bologna Children’s Book Fair ha infatti deciso di sfruttare al meglio l’occasione di questa nuova veste virtuale per permettere l’accesso a larga parte dei propri contenuti anche a tutto il pubblico di appassionati tradizionalmente esclusi dalla natura professionale della fiera.

Bologna Children’s Book Fair prosegue quindi nella sua missione di garantire alla comunità internazionale il meglio della propria offerta, la stessa che, unendo servizi pratici, creatività internazionale e stimoli innovativi in una proposta coerente e omogenea, ha saputo renderla negli anni il principale appuntamento mondiale nel settore dell’editoria per ragazzi. Centro di questa offerta, grazie alla collaborazione tra BolognaFiere e PubMatch, consolidata piattaforma con base negli Stati Uniti, sarà il Bologna Children’s Book Fair Global Rights Exchange, vero e proprio hub per lo scambio dei diritti online che rimarrà aperto fino alla fine dell’anno. Le più importanti uscite editoriali che ogni anno si concentrano nell’occasione della fiera bolognese per dettare le nuove tendenze mondiali dell’editoria per ragazzi si trasferiranno dunque sulla piattaforma online, che consentirà così ai quasi 1500 espositori già registrati per BCBF 2020 di presentare i propri titoli, fare e ricevere offerte e programmare video-incontri con altri partecipanti. Alla piattaforma potranno inoltre accedere anche gli editori e agenti letterari che hanno partecipato come visitatori nel 2019 e che si erano già preregistrati per l’edizione 2020. L’iniziativa BCBF Global Rights Exchange è realizzata da BolognaFiere/BCBF nell’ambito di Aldus, la rete europea delle fiere del libro cofinanziata dal programma Europa Creativa.

La fiera non rinuncia nemmeno al suo ruolo di vero e proprio centro culturale, che ogni anno si fa ribalta e anticipa le tendenze del mercato editoriale mondiale. Ad andare online a partire dal 4 maggio, introdotti dalla conferenza di inaugurazione che si svolgerà alle ore 11, dedicata al lavoro dell’editoria per ragazzi durante il lockdown mondiale e alle sue prospettive nel mondo ridisegnato dall’esperienza di questi mesi, saranno dunque booktrailer, interviste, webinar, mostre, dibattiti, conferenze e annunci in diretta streaming.
Parallelamente al sito si svilupperà inoltre Fairtales, un nuovo blog dedicato con informazioni continuamente aggiornate sulla fiera, inclusi i principali appuntamenti, interviste, focus specifici, rubriche di ospiti, contenuti esclusivi di approfondimento, link ad articoli di rilievo e molto altro ancora: una comunicazione dinamica, in pieno stile BCBF, online sempre a partire dal 4 maggio.

BOLOGNA LICENSING TRADE FAIR
La fiera parallela Bologna Licensing Trade Fair (BLTF) avrà a sua volta la propria ribalta online, che vedrà la pubblicazione della fondamentale Property Guide, con oltre 600 IPs, webinar e altri eventi virtuali. La 13esima edizione dell’unica fiera del licensing in Italia e tra le principali in Europa renderà in tal modo nuovamente possibile l’incontro tra i principali attori di questo comparto industriale e gli addetti ai lavori, favorendo la scoperta delle ultime novità e il confronto sulle nuove esigenze del mercato, e riconfermandosi come punto di contatto privilegiato tra il mondo del licensing e quelli dell’editoria, del digital e dell’entertainment.

Un’operazione ambiziosa, questa promossa da Bologna Children’s Book Fair, guidata dalla volontà di non rassegnarsi alle difficoltà accontentandosi di un’alternativa ‘palliativa’, e di non rinunciare a nessuna delle tradizionali componenti della fiera di Bologna costruendo un palinsesto che ne riproduce a pieno i contenuti e il valore. Nell’attesa, come già annunciato da BolognaFiere, di ritrovare la comunità internazionale del children’s publishing tutta a Bologna dal 12 al 15 aprile 2021, per dare vita a una nuova grande edizione della fiera internazionale del libro per bambini e ragazzi.