CAPACITOR STUDIOS LANCIA NUOVE SERIE TV E LUNGOMETRAGGI

La nuova società di intrattenimento incentrata sull’IP è guidata da dirigenti veterani. Al centro della strategia c’è una joint venture con Surge Licensing, un’agenzia leader nel settore IP con sede a New York

L’ex CEO di Covert Media, Annapurna Productions COO, e il co-fondatore di QED Paul Hanson ha collaborato con Elan Freedman di Surge Licensing, con il responsabile dello sviluppo Ian McGloin e con Asa Greenberg, responsabile del finanziamento dei contenuti, per il lancio di Capacitor Studios.

Sostenuta da capitali provenienti dall’Europa e dall’Asia, la nuova impresa è uno studio di nuova generazione che creerà e scalerà franchising di prodotti di intrattenimento e di consumo. L’azienda adotta un approccio olistico e a 360 gradi alla proprietà intellettuale che integra la concessione in licenza di prodotti di consumo con le serie TV/OTT e la produzione di lungometraggi.

Capacitor lancerà con una lista di titoli episodici e lungometraggi per il pubblico di bambini, famiglie e YA, in collaborazione con i leader dell’industria del giocattolo, dell’editoria tradizionale, dell’editoria digitale, dei videogiochi e dei giochi per hobby.

I progetti iniziali di Capacitor includono una serie animata basata sul marchio globale del giocattolo, Feisty Pets, con Michelle Raimo Kouyate (ex presidente della produzione di Sony Animation, dove ha supervisionato Hotel Transylvania 1 & 2, Cloudy with a Chance of Meatballs 2, e prima ancora un produttore esecutivo di Puss in Boots per DreamWorks Animation) in qualità di produttore. Uno dei primi titoli dei lungometraggi dell’azienda è un ibrido animato e live action basato sul fenomeno dei giocattoli in vinile di design, Kid Robot. Matt Ember e Tom Astle (Home) hanno adattato la sceneggiatura e il vincitore del premio Cleo e veterano della pubblicità, Rob Rugan, la dirigerà.

Hanson ricoprirà il ruolo di CEO, che segue da Covert Media. In precedenza, Hanson è stato COO di QED International e COO di Annapurna Pictures. Asa Greenberg, che era a capo del gruppo di intrattenimento di un hedge fund di medie dimensioni e produttore esecutivo di Blade Runner 2049, sarà il responsabile dello sviluppo aziendale. Ian McGloin, un esperto dirigente del settore dell’intrattenimento, in precedenza della Scott Rudin Productions e della Dreamworks’ Wild Child Films, sarà il responsabile della strategia dei contenuti.

Elan Freedman di Surge Licensing, l’agenzia dietro il franchise Teenage Mutant Ninja Turtles, supervisionerà le attività di IP, franchising e brand management della società. Mark Freedman, fondatore di Surge Licensing e architetto del franchise Teenage Mutant Ninja Turtles, supervisionerà tutte le attività di licenza come partner della joint venture della società.