Kidscreen 2019: ForFun Media presenta i suoi nuovi progetti

FOR FUN MEDIA TEAM

Intervista a Pietro Pinetti e Giorgio Scorza, rispettivamente Ceo di Studio Bozzetto e Movimenti Production, pronti a riportare sul piccolo schermo Topo Gigio, il Signor Rossi e tante altre nuove original IP.

A Milano, all’interno di un cortile tranquillo e rigoglioso di vegetazione, si trova il luogo dove nascono i cartoni animati. È la sede di ForFun Media, una sorta di alleanza strategica tra diversi Studi d’animazione – Studio Bozzetto, Movimenti Production, MoBo e DaDomani – per uscire dalla dimensione artigianale e diventare  una consolidata realtà a respiro internazionale. Cuore e anima di ForFun sono Pietro Pinetti e Andrea Bozzetto, rispettivamente Ceo e direttore artistico di Studio Bozzetto, nonché Giorgio Scorza e Davide Rosio, entrambi Ceo e Art Director di Movimenti Production. Pronti a portare alla ribalta tanti nuovi progetti, che verranno presentati a Kidscreen di Miami (dall’11 al 14 febbraio 2019), Pietro Pinetti e Giorgio Scorza ci hanno raccontato il loro futuro, che passa anche dal licensing.

Da oggi parte Kidscreen, ci sarete anche voi…

Giorgio Scorza: «Sì. Kidscreen, l’appuntamento più importante dedicato al mercato dell’industria audiovisiva per bambini e ragazzi, è la giusta vetrina per presentare i nostri progetti futuri e consolidare i rapporti con i co-produttori esteri».

Quali sono i progetti che presenterete?

Pietro Pinetti: «In questo momento siamo in pieno fermento e stiamo lavorando a moltissimi progetti diversi. I nostri riflettori sono puntati soprattutto su due topini che necessitano di tutta la nostra attenzione, ovvero Topo Tip e Topo Gigio. Ma tra i progetti che bollono in pentola ci sono anche Lupo stagione 2, OPS, Spooky Wolf, Beasties e naturalmente Signor Rossi».

TIP THE MOUSE
Topo Tip (m4eAG, Studio Bozzetto &Co, Giunti Editore – Studio Campedelli – RaiFiction)

Topo Tip e Topo Gigio, cos’hanno in comune questi due topi?

Giorgio Scorza: «Sono due vispe creature dalle orecchie tonde, entrambi sono molto curiosi e pronti a scoprire il mondo insieme ai bambini. Di Topo Tip entro la fine del 2019  arriveranno i 26 episodi della terza stagione mentre per quanto riguarda Topo Gigio, insieme ad una nuova serie, stiamo organizzando i festeggiamenti per i suoi primi 60 anni. In preparazione ci sono un documentario sulla vita di Maria Perego sua creatrice e una mostra che ripercorre tutte le tappe della sua esistenza. In particolare siamo orgogliosi e fieri di annunciare che per la prima volta la serie sarà totalmente prodotta e realizzata in Italia, tra gli studi milanesi e gli studi DogHead Animation a Firenze, che abbiamo fondato poche settimane fa.  Si tratta del primo service studio di 2D animation nel nostro Paese con 60 tra animatori e layout artist, scelti tra le eccellenze italiane, che lavoreranno al top degli standard internazionali grazie anche alla partnership con ToonBbom e Wacom per software e hardware. Speriamo si tratti dell’inizio di una rinnovata tendenza a trattenere in Italia creativi, idee e manodopera altamente qualificata».

Signor Rossi
Signor Rossi (Studio Bozzetto &Co.)

Quello sul Signor Rossi è un progetto seriale animato molto atteso che sta già destando grande interesse…

Pietro Pinetti: «Il Signor Rossi è un personaggio nato negli anni ’60 che si ispirava all’italiano comune, un po’ come Fantozzi o i caratteri della commedia all’italiana interpretati da Alberto Sordi. Proprio per questo è ancora molto attuale. Per renderlo però d’appeal alle nuove generazioni stiamo pensando di metterlo di fronte a tematiche più moderne.  L’idea alla base è quella di far divertire i bambini immergendolo nell’era digitale, con tutti i suoi pro e contro. La sua goffaggine in questo mondo tecnologico farà sorridere i più piccoli e attirerà anche gli adulti che potranno rispecchiarsi nelle sue difficoltà nell’utilizzare nuovi strumenti digitali».

In questo progetto è coinvolto anche il grande Bruno Bozzetto?

Pietro Pinetti: «Naturalmente, insieme a Maurizio Nichetti per la sceneggiatura. Bruno è il creatore del personaggio ed è fondamentale la sua visione per sviluppare al meglio il nuovo progetto di serie».

Qual è il vostro segreto?

Giorgio Scorza: «Abbiamo creato ForFun Media, un network che unisce quattro realtà imprenditoriali sotto un unico brand per condividere know how e progettualità in grado di garantire opere di respiro internazionale. Per rendere questa rete operativa ed impegnarci gli uni con gli atri in un progetto più grande, abbiamo creato l’azienda MoBo (unione tra Movimenti Production e Studio Bozzetto), di cui deteniamo quote paritarie. Con MoBo stiamo sviluppando serie tv internazionali come Flo & the Intrepids e Alice & Lewis, ma abbiamo in programma anche diversi progetti multimediali. Ad esempio, stiamo lavorando con importanti  realtà del divertimento per famiglie come Gardaland e Leolandia».

In poco tempo siete cresciuti tantissimo, tanto che sia Movimenti che lo Studio Bozzetto (dalla sede storica di Via Melchiorre Gioia a Milano) vi siete spostati nel quartiere Isola…

Pietro Pinetti: «Di fronte alla crescita esponenziale del mercato dei kids serviva una maggiore organizzazione. Sentivamo la necessità di creare una struttura in grado di lavorare con continuità per sfruttare appieno le competenze professionali che avevamo contribuito a formare».

Giorgio Scorza: «Oggi ForFun comprende un team di circa 70 persone in grado di coprire tutto l’intero processo produttivo dalla pre alla post produzione. Senza contare che, grazie ai nuovi progetti, nel 2019 contiamo di impiegare circa 150 talenti creativi italiani. Come bambini, speriamo di non smettere mai di crescere e soprattutto di sognare!».

Quali saranno i vostri prossimi appuntamenti?

Giorgio Scorza: «Dopo Kidscreen andremo a Cartoon Movie, MIPTV e Bologna Licensing Trade Fair, in cui presenteremo le nostre properties al mercato del licensing».

Nel vostro futuro quindi c’è anche il licensing?

Pietro Pinetti: «Quello del merchandising e del licensing è un settore ancora tutto da scoprire in cui stiamo muovendo i primi passi. Da gennaio abbiamo riacquisito i diritti di gestione del nostro Topo Tip per l’Italia (a livello internazionale se ne occupa il coproduttore tedesco M4E insieme al distributore Studio 100) ma vorremmo far partire il lancio di altri brand. Per farlo stiamo valutando la possibilità di creare una nostra struttura interna dedicata ma prima c’è ancora tanta strada da fare. L’entusiasmo è tanto e per ora i risultati ci hanno dato ragione. Riteniamo strategico tutelare e valorizzare i nostri brand e la creatività che siamo riusciti in questi anni a produrre!».

THE WOLF
Lupo (Movimenti Production, Samka ProductionsAuzou – Jetpack – RaiRagazzi – TF1 – Canal Plus)