Nat Geo Wild cambia nome e diventa National Geographic Wild

Il rebranding del canale prende il via in occasione del Big Cat Month, un mese di programmazione per sensibilizzare sulla salvaguardia dei grandi felini.

Nat Geo Wild cambia nome e diventa National Geographic Wild. Nuovo logo e una nuova veste grafica per il canale della famiglia National Geographic che propone il meglio della programmazione wildlife, raccontando il regno animale con attenzione particolare alle tematiche ambientali e alle specie a rischio estinzione.

Il rebranding prende il via in occasione di uno degli appuntamenti più importanti proposti dal canale, il Big Cat Month. Un mese di programmazione per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla salvaguardia dei grandi felini di tutto il mondo. Le statistiche sono allarmanti e drammatiche, i leoni sono scomparsi dal 92% dei loro habitat naturali in Africa, e i ghepardi dal 75%. La Big Cat Initiative è un progetto volto a contrastare l’estinzione dei grandi felini supportando progetti di conservazione.

Torres del Paine National Park, Chile – Puma walking towards camera (National Geographic)

A dare il via al Big Cat Month sarà il documentario Sulle tracce del puma, in onda venerdì 1 febbraio alle 21.00 su National Geographic Wild (Sky 409). Il documentarista Boone Smith osserverà i puma, studiandone i comportamenti e la loro trasformazione da cuccioli a predatori.