Intervista esclusiva ad Agathe Lème-Michau

LM ha partecipato a Cartoon Forum in qualità di media partner e ha intervistato Agathe Lème-Michau, Direttore Editoriale e responsabile Acquisto Licenze e Progetti Speciali, Area Ragazzi di GLÉNAT.

Glénat è una delle principali case editrici francesi, con oltre 300 titoli pubblicati all’anno e con una specializzazione nel settore delle graphic novels e del fumetto. Fin dalla sua fondazione nel 1969, Glénat ha offerto una vasta gamma di fumetti e graphic novel. Il suo è un catalogo composto da oltre 10.000 titoli di tutti i tipi, per ragazzi e adulti, con una grande varietà di libri illustrati e di testo.

  1. Quale è esattamente il suo incarico presso GLÉNAT? Come direttrice editoriale del settore kids, sono incaricata di sviluppare progetti editoriali intorno a diversi tipi di personaggi e al loro universo. Questi characters possono sia provenire da fumetti pubblicati da noi (Titeuf, Lou!, Tib&Tatoum, Mamette, per esempio) sia da licenze esterne (Jurassic World, Minuscule, Les Lapins Crétinins, per citarne alcuni).
  2. Che tipo di progetti di animazione cerca per i suoi programmi editoriali? Cerchiamo progetti che abbiano valori corrispondenti con quelli di Glénat: umorismo, personaggi che imparano a crescere e un tocco di irriverenza, ovviamente! Inoltre, se alcuni dei progetti individuati a Cartoon Forum non diventano un prodotto audiovisivo, ma corrispondono ugualmente alla linea grafica ed editoriale di Glénat, è assolutamente possibile offrire loro un’esistenza indipendente dallo sviluppo audiovisivo e sotto forma di libri.
  3. In che modo l’atteggiamento nei confronti dei libri cambia nel giovane pubblico?
    Un lettore non si aspetta la stessa cosa di un telespettatore. E il lettore di libri licenze ispirati a IP e characters ancora meno! Cercherà di trovare un universo e dei personaggi che gli piacciano particolarmente, ma soprattutto vorrà sapere di più su di loro ed esserne sorpreso. Se la licenza può dare ai bambini il piacere di leggere, gli editori possono solo che rallegrarsene!
  4. Secondo lei quali saranno le prossime tendenze nel campo dell’animazione e dell’editoria rivolte al giovane pubblico? 
    Ho notato che al Cartoon Forum diverse proposte per i giovani avevano a che fare con argomenti piuttosto difficili, che avrei preferito rivolgere a un pubblico adolescente o di giovani adulti. Forse è questa  la tendenza: considerare i bambini di oggi più consapevoli del mondo che li circonda, più responsabili.
  5. Come è stata la sua esperienza al Cartoon Forum, come visitatore della prima volta? Ho adorato questo evento! L’atmosfera è rilassata, amichevole: si intrecciano relazioni in modo semplice. Passare una settimana in  questa atmosfera è molto piacevole! Come editrice di prodotti su licenza, ho trovato molto interessante scoprire il dietro le quinte del mondo dell’audiovisivo e potenzialmente essere associata a progetti in divenire. Inoltre, si possono osservare le nuove tendenze dell’animazione. Ora, spero che i progetti che più mi stanno a cuore vadano a buon fine, sia in TV che nelle librerie!
Tags from the story
,