fbpx
Focus Licenziatari

Quercetti: aumentano le vendite e si sperimentano nuovi materiali

5 Giu - 2017

Tags from the story: Pixel Art, Quercetti.

Pixel Art, gioco con i chiodini per ragazzi e adulti, traina le vendite.

+22%. Questo il dato confermato dalla Quercetti & C., fabbrica di giocattoli educativi fondata nel 1950. E’ questa la percentuale di crescita nei canali di vendita nazionali nel 2016. Dopo anni di contrazione del mercato, le vendite dell’Azienda torinese vedono una crescita superiore alla media nazionale. Il mercato del giocattolo, che nel nostro paese vale 1,8 miliardi di Euro, ha infatti chiuso il 2016 con un +5%.

La linea di prodotti Pixel Art, sorella maggiore dei famosi chiodini, prodotto immagine della Fabbrica di giocattoli, è la principale responsabile di questo risultato. +58% di vendite solo per i prodotti di questa linea. Gli investimenti del 2016 sono stati in gran parte destinati all’officina e al reparto stampaggio, per incrementare la produzione di chiodini destinati a questo gioco. Una scelta giusta quella dei fratelli Quercetti, che hanno realizzato l’ennesimo record in produzione: 1 miliardo e 600 milioni di chiodini prodotti nell’arco di 365 giorni. 50% di chiodini in più rispetto all’anno precedente.

Necessario è stato anche prevedere un ampliamento della gamma di prodotti. Oggi esiste un’intera gamma di giochi Pixel Art, diversi nelle dimensioni, modulabili e personalizzabili nel soggetto. Chiunque può scegliere di riprodurre la propria foto, un panorama, un quadro con i chiodini. La trasversalità del prodotto e del target, adatto anche a un pubblico adulto, ha aperto nuovi canali di vendita. Dall’arredamento, al gift, passando naturalmente dal canale tradizionale, quello del negozio di giocattoli. Un successo che dimostra che il digitale può diventare un supporto per l’analogico.

Gli investimenti 2016 sono stati anche rivolti alla sperimentazione di nuovi materiali. Così a Natale ha debuttato la linea di giocattoli Quercetti Wood. Una scelta coraggiosa investire nel legno, per un’azienda che produce solo giocattoli in plastica da 67 anni. Mentre la scorsa estate è stata presentata la linea “Green”, kit gioco per creare un orto in balcone, dove i materiali principali sono terriccio e sementi. Anche qui la richiesta ha imposto un ampliamento della gamma, rilanciata nella primavera 2017. Anche qui tutto italiano, dalle sementi, al terriccio, al confezionamento.

Il 2017 si è aperto con il lancio una linea di giocattoli in cartoncino, a sottolineare l’intenzione dell’Azienda di aumentare la produzione di giocattoli realizzati in materiali ecologici. Senza però mai allontanarsi dalla scelta del gioco di manipolazione, tradizionale e analogico, che caratterizza i prodotti Quercetti sin dalla fondazione. Niente elettricità, cavi o touch screen nel catalogo Quercetti. Solo giocattoli che funzionano a “Energia Bambino”. Scelta che sembra premiare l’Azienda, non solo con le vendite. Il 2016 ha visto anche la prima volta di Quercetti nell’ADI Design Index. Per la prima volta una Fabbrica di giocattoli concorre ufficialmente per il premio Compasso d’Oro.

Il giocattolo selezionato dal Comitato ADI, come tutti i giocattoli Quercetti, è fatto “sotto casa”, in Italia, a Torino, in barba alla concorrenza del Far East.

Iscriviti alla nostra newsletter


Leggi il nostro ultimo numero





ATF NEL 2020 PASSA AL DIGITALE
ATF NEL 2020 PASSA AL DIGITALE

Asia TV Forum & Market (ATF) 2020 si svolgerà online attraverso una piattaforma digitale Asia TV Forum & Market (ATF) 2020 ha annunciato che si svolgerà online attraverso una piattaforma digitale chiamata ATF ONLINE+, nelle stesse date dell'1 - 4 dicembre...

leggi tutto